Per quanto tempo ancora dobbiamo farci questa domanda? Qualcosa sembra emergere dai meandri di scaffali polverosi: è la verità che tutti auspichiamo?

Un argomento tanto interessante quanto banale. Siamo talmente abituati a sentire parlare di alieni che se un giorno ne incontrassimo uno per strada non ci meraviglieremmo più di tanto.

La disinformazione che ha caratterizzato questo argomento fin dai tempi di Roswell ha portato tutti noi a pensare a coloro che parlavano di alieni come dei mezzi matti visionari. Questo succedeva anche se ogni tanto si levavano delle voci autorevoli fuori dal coro, come quella di Bob Lazar. Questi è stato un sedicente fisico e controversa figura centrale nella discussione sugli UFO. Lazar dichiarò di aver lavorato presso l’area S-4 del Nevada e di aver esaminato dischi volanti per esperimenti di rertroingegneria.bob

Bollato come impostore dalle autorità statunitensi ha fornito tuttavia informazioni che, a detta dei più, potevano essere possedute solo da scienziati competenti.

Numerosi avvistamenti di oggetti volanti non identificati si sono susseguite negli anni soprattutto nei cieli dell’area 51, famosissima base segreta nel deserto del Nevada, presso la quale si dice siano custoditi resti di alieni e tecnologie ultrasegrete

Un argomento tanto interessante questo, che ha dato vita ad una vera e propria industria parallela dell’informazione e disinformazione e che ha generato un volume d’affari da capogiro grazie film colossal e documentari televisivi.

La cosa strana comunque è che un fenomeno di queste dimensioni non abbia mai prodotto, in tanti anni, uno straccio di prova a suffragare la più minima ipotesi di verità. Si dice che tali prove siano detenute dai governi e che le più grosse invenzioni del XX secolo siano ricavate da tecnologie extraterrestri, ma noi cittadini comuni non abbiamo mai avuto per le mani qualcosa di tangibile se non i documentari di history channel che giornalmente ci propinano immagini sfocate, animali mutilati e testimonianze di personaggi che sembrano più comparse che vittime di rapimenti.

Allora cosa c’è di vehitlerro in tutto questo? Anche questa è una macchinazione egli onnipresenti illuminati? Ma questi illuminati non nulla altro da fare che renderci continuamente la vita impossibile?

Domande che non troveranno facilmente risposte al pari di quelle che affliggono l’uomo dalla notte dei tempi, come ad esempio: “perché devo pagare il canone sul conto corrente?”.

Tornando all’argomento in questione: di nuovo qualcosa c’è? Da qualche anno a questa parte si assiste a declassificazione di file top secret da parte di alcuni governi e delle verità sembrano venire a galla. Una è che questi presunti extraterrestri hanno un rapporto privilegiato con le forze armate, un’altra è che, chiamali fessi, preferiscono rapportarsi con le élite piuttosto che con la povera gente dimostrando, se mai ce ne fosse bisogno, che non contiamo nulla neppure per loro: sai che felicità!

Gabri_01

Ma la cosa che a questo punto fa pensare davvero è che in più occasioni Mr. Obama e la Clinton hclintonanno annuito alla domanda fatidica e con sorrisetti ironici hanno fatto capire che qualcosa che bolle in pentola ci sia veramente. Molti pensano che questo sia l’ennesimo tentativo di disinformare e con la scusa dello zuccherino, portare qualche voto in più verso la loro causa a scapito di Donald Trump.

Resta il fatto che questo continuo flusso di informazioni sta preparando l’umanità a conoscere fatti che evidentemente non possono più essere tenuti segreti. Ricordiamo che fino a pochi anni fa, non esisteva la rete e molte cose che accadevano alle porte di casa potevano essere secretate facilmente. Oggi questo non è più possibile e se fenomeni come quello degli extraterrestri esistono davvero per quanto li si potrà ancora nascondere?

Diciamocelo, un po’ tutti ci speriamo, anche i più scettici. Chi non vorrebbe vedere tecnologie mirabolanti: l’antigravità, il teletrasporto, la velocità della luce, il laser (no quello lo conosciamo già ;-).

Molti sono sicuri che tali invenzioni gli USA le conoscano da tempo e le usino per andare e tornare da Marte in pochi minuti. No, ma non si può, se la terra è piatta, non esiste l’Universo!

A questo punto non ci si capisce più nulla! Chi ha ragione e chi ha torto. Teorie strampalate volte a confondere e minare certezze, poche per la verità, che oramai sembravano acquisite.

Possibile che mentisse anche Cristoforo Colombo? Tra poco potremmo scoprire che anch’egli faceva parte di qualche setta segreta creata ad hoc per prendere per i fondelli la gente comune! Un codice Colombo impresso nel legname della Santa Maria.. stiamo farneticando!

Questo articolo è stato realizzato da G. M. con materiale consultato in rete e non riconducibile ad un singolo sito. Si citano tuttavia seguenti per semplice consultazione. www.youtube.it e www.wikipedia.it

 

 

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on Twitter